Come si prepara il cioccolato bianco?

postato in: Cioccolato bianco, Ricette | 5
Pianeta dessert corsi online

 

"Come

Quanto sarebbe bello poter preparare il cioccolato bianco da vendere nel nostro negozio o da regalare a parenti ed amici?

Realizare in autonomia questo prodotto non è solo un piacere per il palato, ma rappresenta anche un’opportunità di esprimere la propria creatività attraverso la preparazione di un dolce artigianale “homemade”.

Produrre il cioccolato bianco nel proprio laboratorio o in casa è facilissimo e molto gratificante. Per questo motivo ho deciso di scrivere un articolo su come si prepara il cioccolato bianco.

 

Composizione

 

La composizione media del cioccolato bianco industriale è data da circa: 1/3 di burro di cacao, 1/3 di zucchero ed 1/3 di latte in polvere.

I quantitativi di questi ingredienti variano in base a fluidità, dolcezza e struttura che le aziende intendono conferire al loro prodotto. Caratteristiche importanti che identificano i vari tipi di cioccolato bianco commercializzati.

Il cioccolato industriale subisce il processo del concaggioo che lo rende perfettamente omogenizzato, estremamente lucido con la caratteristica di sciogliersi in bocca.

Il cioccolato che andremo a realizzare sarà leggermente più grezzo e ruvido. Questi “piccoli difetti” ci faranno apprezzare ancora di più il prodotto che avremo realizzato nelle nostre cucine.

Premesso questo veniamo alla parte più importante di questo articolo.

 

Come si prepara il cioccolato bianco?

 

A livello di attrezzatura dovremmo avere un robot da cucina molto potente per poter emulsionare il tutto correttamente.

Per inizare bisogna procurarsi un burro di cacao di qualità, del latte in polvere fine particolarmente buono e dello zucchero comune (meglio se fine o a velo).

La prima fase sarà quella di preparare le linee pesate degli ingredienti neccessari.

Poi si procederà con la fusione del burro di cacao che passerà dallo stato solido a quello liquido.

Si inseriranno tutti gli ingredienti nel mixer e si farà girare il composto alla massima velocità, fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.

Una volta che il composto sarà perfettamente emulsionato si potrà versare dentro una teglia foderata con carta da forno.

Solitamente l’altezza varia da 1 a 2 cm circa. Dopo averlo colato si può aggiungere sulla superficie frutta secca tostata o frutta candita.

Consiglio di far raffreddare per qualche ora il cioccolato bianco ad una temperatura di circa 14°C  (luogo fresco ed asciutto). A mio avviso è meglio presentare questo prodotto spezzettato a pezzi irregolari.

 

Ovviamente ci sono infinite possibilità di aromatizzazione di questa ricetta: cardamomo, zenzero, caffè, scorza essicata di agrumi e spezie solo per citare gli aromi più conosciuti.

 

Ora non avrai più alcun dubbio su come si prepara il cioccolato bianco.

La soddisfazione di gustare un cioccolato bianco autoprodotto è qualcosa di particolarmente stimolante che farà accrescere ulteriormente la nostra passione per la pasticceria.

 

Buon dessert…. al cioccolato bianco homemade!

Segui Loris Oss Emer:

Docente e consulente di arte bianca

Ultimi messaggi

5 risposte

  1. Raisa

    Posso sapere se è possibile sostituire, il latte in polvere che sono allergica.

  2. Novella

    Avrei la necessità di realizzarlo in versione vegana perchè ho problemi di intolleranza grave al latte in casa. Come potrei procedere per sostituire il latte in polvere? Grazie.

  3. Roberto

    Buonasera maestro.
    Volevo sapere se la preparazione non necessita di particolari fasi di temperaggio. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *